+393494228402
VIA MAGANZA, 91 36100 VICENZA
H24

SANATORIA LAVORO IRREGOLARE

Articolo 103 del decreto legge n. 34/2020 (cd. decreto Rilancio)

Badanti VicenzaSANATORIA LAVORO IRREGOLARE

SANATORIA LAVORO IRREGOLARE

Articolo 103 del decreto legge n. 34/2020 (cd. decreto Rilancio)

Premesso che la sanatoria non riguarda soltanto lavoratori stranieri, ma anche italiani che hanno attivo un rapporto di lavoro irregolare, e che considera i rapporti di lavoro irregolari e già in essere al 19 maggio 2020, esistono tre diverse procedure.

La prima per i rapporti di lavoro instaurati con cittadini italiani e comunitari, da attivare presso l’INPS.

La seconda, in caso di impiego di lavoratori extracomunitari privi di regolare permesso di soggiorno, con presentazione della domanda allo Sportello Unico per l’Immigrazione.

La terza, infine, prevede la procedura di regolarizzazione di permessi di soggiorno scaduti.

I settori lavorativi interessati sono 3 :

  1. agricoltura
  2. servizi alla persona
  3. lavoro domestico
Per favorire l’emersione dei rapporti di lavoro irregolari è stata data la possibilità quindi, ai datori di lavoro, di regolarizzare, senza l’applicazione di sanzioni, eventuali rapporti di lavoro “in nero”.
La sanatoria non riguarda soltanto lavoratori stranieri, ma anche italiani che hanno attivo un rapporto di lavoro irregolare.
Inoltre, la norma dà, infine, la possibilità ai cittadini extra-comunitari, con permesso di soggiorno scaduto dal 31 ottobre 2019, non rinnovato o convertito in altro titolo di soggiorno, di richiedere un permesso di soggiorno temporaneo, valido solo nel territorio nazionale, della durata di sei mesi dalla presentazione dell’istanza.

Ricapitolando l’articolo 103 permette l’attivazione delle seguenti procedure:

1. Emersione da parte dei datori di lavoro  di rapporti di lavoro irregolari
· con cittadini stranieri, dotati o meno di permesso di regolare soggiorno
· con cittadini italiani o di uno Stato membro dell’UE
2. Attivazione di un contratto di lavoro subordinato con cittadini stranieri presenti nel territorio nazionale, privi di regolare permesso di soggiorno
3. Richiesta di un permesso di soggiorno temporaneo se possono dimostrare di avere in precedenza svolto attività lavorativa nei settori suindicati.

Lo strumento messo a disposizione dal legislatore coniuga quindi :

l’emersione di rapporti di lavoro irregolari con cittadini italiani e stranieri con
una sanatoria di cittadini extracomunitari privi di regolare permesso di soggiorno e, infine, con
una regolarizzazione di permessi di soggiorno ormai scaduti.
Il denominatore comune, di questa nuova emersione, è l’attività lavorativa svolta o da svolgere esclusivamente nel
settore dell’agricoltura  ed in quello dei
servizi alla persona ed in ambiente domestico.
× Contattaci su Whatsapp